martedì 7 novembre 2017

La vita di un cuore

Vorrei volare tra le parole per creare una frase che arrivi fin lassù… Lassù in alto dove nessuno è mai arrivato, lassù in alto dove nessuno ha mai planato. Sarebbe composta da verbi d’amore su cui far saltellare il cuore, e lui sarebbe così gioioso di farlo! Perché il cuore vuole essere alimentato da buoni sentimenti con cui si diletta a fare giri di valzer, ed è così bello vederlo roteare insieme alla tenerezza, accarezzare la gentilezza, dare la mano alla pace… e poi osservarlo prendere per mano l’amicizia e assieme a lei saltellare sui gradini dell’altruismo per arrivare in alto, ma proprio in alto! Fin lassù dove ci sei Tu il Creatore dei buoni sentimenti.

Tu noteresti un cuore ferito di fronte a te. Pieno di cicatrici causate dall’odio, dalla violenza, dalla solitudine e dalla vendetta. E non per ultimo dalla sofferenza. Ma vedresti anche tante ferite rimarginate da tutti quei verbi d’amore che hanno formato la scala per arrivare a Te. La scala della Speranza… Una scala che il cuore inizia a salire da appena nato, quando ancora è così puro, e così privo di cicatrici. Salendo quei gradini dovrà iniziare a schivare tutta la pioggia di delusioni che lo feriranno, la grandine di intolleranza che lo colpiranno… quel piccolo cuore ormai diventato grande rischierà di ruzzolare giù più e più volte per colpa dell’incredulità, ma aggrappandosi alla scala della Speranza si curerà con ogni piccolo gesto d’amore.

Alla fine della scala sarà così stanco… così ferito dal peso della vita… ma inciampando sull’ultimo gradino, rialzandosi ti vedrà e il suo ultimo battito né darà vita ad uno nuovo, molto più forte e più intenso di quando aveva appena iniziato a salire la scala. Sarà il battito della consapevolezza. La consapevolezza di essere nato per lottare e per rimarginare quelle ferite che lo rendono unico e speciale. E battendo forte forte ruzzolerà da Te, il Creatore dei cuori, e finalmente libero da ogni paura e da ogni oppressione, farà fluire una nuova vita, libera da ogni male, e sarà in grado di battere veramente e di giocare per sempre con la sua migliore amica: la Felicità.


Io strizzo gli occhi e guardo quel cuore da quaggiù e senza arrendermi alle ferite, sorrido continuando a salire la scala, volando tra le parole, creando la frase di verbi d’amore su cui saltellerò per arrivare da Te e quando sarò arrivata guarderò giù, scoprendo che in fondo tutto quel male, non è servito ad altro se non a fare vincere il bene ♥




Mi vergogno quasi un po' a pubblicare... dato che praticamente ho lasciato il blog solo a se stesso :( Ma questo è ciò che riesco a fare, solo a pubblicare saltuariamente... spero mi perdoniate e che possa comunque fare piacere se ogni tanto mi intrufolo in questo mondo di scrittura che mi piace tanto ma che ahimè a volte devo abbandonare... e spero stiate tutti bene! Vi abbraccio davvero forte e con il cuore! ♥ :D


7 commenti :

  1. Cara Vivy, tu non puoi immaginare quanto piacere fai a che ti è sempre stato amico o amica, leggendo q^tutto questo ci è più chiaro cosa vuol dire soffrire, ci sono tanti modi di soffrire credo che tu li abbia provati tutti!!!
    Ciao e buona serata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. molto bella questa tua riflessione , preghiera; inno d'amore, gioia e speranza .. leggo tutto in questi versi ... un abbraccio grande

    RispondiElimina
  3. Una bellissima parabola della vita e della speranza. Grazie Vivy e stai tranquilla. Buona serata.
    sinforosa

    RispondiElimina
  4. Ciao Vivy anche io sono ritornata dopo tanto tempo!!! comunque è sempre molto piacevole leggerti.
    Ciao e buon fine settimana.

    RispondiElimina
  5. Ciao!!! fai come puoi Vivy... chi ti ama mica ti abbandona... infatti eccomi qui. Baci tesoro :-)

    RispondiElimina
  6. Sto bene, grazie. Ed è bello ritrovarti e sapere che lo stesso è per te. Sì, il cuore è vita e senza di esso non sarebbe altrettanto splendida. Perché questa è l'esistenza: un meraviglioso percorso da intraprendere con la necessaria apertura.
    Un sorriso per una serena continuazione.
    ^____^

    RispondiElimina

Se vi va lasciate un commento, e vedrete che dal monitor sorriderò! :D